Mar 20, 2008 - Senza categoria    No Comments

Quel che penso di te.

Sai cosa penso di te, cara Marika? Che sei la figa di legno più assurda di questo mondo. Stupida, ignorante, bigotta… Eppure io mi stavo innamorando di te! Forse perchè facevi dei bocchini da favola, preludio di scopate che non sono mai state consumate. Dicevi che volevi aspettare il momento giusto… La mia piccola mente di uomo non arriva a capire queste cose: pompini sì, scopate no. Eppure mi avevi raccontato che prima che il tuo ragazzo ti mettesse le corna con quella troia della tua migliore amica, da lui ti facevi perfino sbattere nel bagno della stazione dove lavori come bigliettaia. Che è? Shock da tradimento? Beh, a me del tuo shock non me ne frega un cazzo. Mi hai usato, mi hai illuso; e dopo avermi succhiato l’uccello come solo un’esperta pornodiva sa fare – con ingoio annesso – mi hai scaricato come l’ultimo degli sfigati. Vabbè, fa niente, tutto passa e nessuno è insostituibile. Tu poi era come ho già detto una stupida figa di legno. Ma mi piacevi. Quindi a maggior ragione, ora e per sempre, ti dico VAFFANCULO! Con amore, tuo Tony.

9e270968b472d2e1939d26aecd0e5f0f.jpg

 

Quel che penso di te.ultima modifica: 2008-03-20T11:30:12+01:00da skreta
Reposta per primo quest’articolo

I commenti sono chiusi.